Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

Pomeriggio. Decido di destinare un paio d’ore alla visione di un film, per riempire costruttivamente un vuoto. Nella mia mente scorrono i titoli di tante pellicole hollywoodiane che mi ero ripromesso da tempo di guardare, quando improvvisamente mi ricordo di un film italiano che non avevo mai visto prima, e allora senza esitare opto per quello, così da sopperire ad una mia imperdonabile pecca. Imperdonabile perché si tratta di Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto.

Se prima pensavo che la popolarità fosse anche da sola un motivo sufficiente per cui guardarlo, adesso se ne aggiungono anche altri. Indagine su un cittadino è un film che tutti dovrebbero vedere, almeno una volta, perché è di un’opera magistrale che stiamo parlando. E pensare che sapevo a malapena il nome del protagonista. Avevo confuso persino il regista, non ricordando che si trattasse di Elio Petri. Forse per il fatto che non sapevo cosa aspettarmi, la sorpresa è stata anche maggiore.

Se siete tra quelli che scartano a prescindere i film girati prima del loro anno di nascita, a questo dovrete concedere una chance, perché, nonostante sia datato 1970, è più moderno di quanto si possa immaginare. Non nella trama, che appartiene in tutto e per tutto al contesto storico-culturale (e istituzionale) dell’Italia del tempo, ma nel suo sincero realismo, nella rappresentazione di tic e fobie dell’uomo medio, nelle scene di nudo, nel turpiloquio, in tutti quei tratti che ne fanno una narrazione cinematografica più audace ed onesta di tanti altri prodotti più vicini a noi negli anni.

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto ne ha per tutti i gusti. Per chi ama la suspense e il mistero innanzitutto, aprendosi con la scena dell’assassinio di una giovane e sensualissima donna nel suo appartamento, nel suo letto, da parte di quello che si suppone esserne l’amante, mentre tu sei lì a chiederti per buona parte della durata perché mai l’avrà uccisa. Per gli appassionati di polizieschi, dal momento che l’assassino in questione è niente di meno che il capo della sezione omicidi locale che, anziché procurarsi un alibi, lascia impronte per tutta la casa e telefona pure alla polizia per denunciare il delitto, conscio della propria insospettabilità. Quelli a cui piacciono le discese nei turbamenti della psiche umana troveranno invece soddisfazione negli intriganti flashback che mettono in luce il rapporto tra vittima e assassino, e soprattutto l’altra faccia di lui, quella malata, quella fragile, quella più intima nascosta sotto l’apparenza dell’irreprensibile e moralmente incorruttibile esecutore della legge.

Ma c’è di che entusiasmarsi anche per la sapiente ricostruzione dell’atmosfera politica e intellettuale di quegli anni, quelli dello stragismo, degli studenti nelle piazze, del socialismo e del potere poliziesco, e per il suo valore, di fatto, di documento storico. Gian Maria Volonté è semplicemente strabiliante nei panni del dirigente che mentre si riempie la bocca di parole come giustizia e ordine sociale, sguazza nella propria colpevolezza di omicida intoccabile. Accomuna i delinquenti veri ai comunisti, nutre disprezzo per gli omosessuali, e si prende gioco delle forze di polizia cui egli stesso appartiene. Si preoccupa degli scioperi degli insegnanti e poi uccide a sangue freddo quella donna, una Florinda Bolkan in stato di grazia, di cui tutti leggeranno sui giornali. E quando l’arroganza e la sicurezza della propria insospettabilità cedono il posto all’esitazione e alla tentazione di autosmascherarsi, allora completa il ritratto insuperabile di Personaggio leggendario e indimenticabile del nostro cinema, e raggiunge l’apice come Attore che a quel personaggio dà corpo.

Non c’è dubbio, davvero due ore spese bene.

VOTO: 10

Annunci

Un pensiero su “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...