Quando meno te lo aspetti, e men che mai lo desideri

Ci sono sequel e sequel. Alcuni sono d’obbligo, perché senza di essi la storia resterebbe sospesa a metà, come nel caso di Harry Potter. Per altri l’imperativo è meno categorico, ma un continuo della serie permette di portare alla luce altri personaggi, risvolti inediti, nuovi lati della personalità dei protagonisti: prendete i film sui supereroi, per esempio. Altri, infine, sarebbe meglio ci fosse il divieto assoluto di farli. Non so, una legge, una normativa speciale dello Stato che si impegna a proteggere il patrimonio dell’umanità. Un po’ come il WWF e le specie protette. Divieto di copia, di emulazione e di successione. Ma purtroppo non c’è. Già non volevamo vedere Basic Instinct 2 per non dover arrivare ad odiare Catherine Tramell, né tantomeno Baciami ancora per riscoprire che i nostri beniamini dopo dieci anni sono ancora più incasinati ed immaturi di prima. Si vede che nelle major nessuno più vuole sporcarsi le mani con un’idea originale, e alle roulette di Hollywood ormai si punta tutto sul sequel. Anche dei grandi cult. Nonostante nel 99% dei casi in cui si va a rimettere mano ad un capolavoro si finisca piuttosto male. Farete meglio a prepararvi, perché nei prossimi mesi potremmo vedere delle aberrazioni inaudite. Ci sarebbe materiale per un bell’horror, dal titolo “Non girate quel sequel“. Vogliamo vedere chi entrerebbe nel cast?

 

Harrison Ford, a quanto pare. A sentir parlare Ridley Scott, la sceneggiatura di Blade Runner 2 è pronta, ed è venuta dannatamente bene (parole sure). A 22 anni dall’uscita dell’originale, regista e troupe sono pronti a tornare sul set. Perché mai dovrebbero essere preoccupati di rovinare l’immagine di uno dei più grandi titoli del cinema di fantascienza? Forse perché Harrison Ford all’epoca aveva trent’anni mentre oggi ne ha più di settanta, Brion James non è più tra noi, e il resto cast “potrebbe” essere troppo vecchio per certi ruoli? Macché, tanto la sceneggiatura è venuta bene. E se Stallone & co. si divertono a fare i macho alla loro età, lasciamo che il buon vecchio Ford corra avanti e indietro per le strade di L.A. ancora un’ultima volta.

Parlando di film d’azione, dobbiamo citare anche Arnold Schwarzenegger. L’ex governatore dello Stato della California rivestirà i panni dell’indimenticabile T-800 non in uno, non in due, ma in ben tre film del franchise di Terminator, che andranno a formare una nuova trilogia. Le date di uscita sono già state fissate: 2015, 2017 e 2018, tutti previsti in primavera-estate (in America, s’intende). Sempre che un eventuale flop non mandi a monte l’intero progetto.

Altro film, altro eroe: trattasi di Top Gun e Tom Cruise. Nel 2016 questa pietra miliare della settima arte arriverà a trenta anni tondi tondi, e per l’occasione si è già pensato al seguito. Lo sceneggiatore c’è (Justin Marks), la Paramount ha dato la sua benedizione, Cruise pure ci sarà, insomma, pare tutto in regola, no? Chissà cosa ne pensa Kelly McGillis. Forse nulla, dal momento che non pare proprio che la richiameranno. E così potremo dire addio a Maverick e Charlie, e dare il benvenuto a Maverick e la-giovane-e-bella-biondina-di-turno. Peccato che Tony Scott non possa dire la sua.

Già bello che fatto è invece Scemo & + scemo 2, vent’anni dopo il primo, che aveva dato origine, nel 2003, ad un prequel. Mancava solo il sequel, ed eccolo qua. Meno male che a Jim Carrey non sia venuta in mente l’idea di fare qualcosa di diverso dai suoi soliti personaggi. Sarà mica stato per quello che non si vedeva più in giro? Gli auspici per questo nuovo lavoro dei fratelli Farrelly, a dire il vero, sono piuttosto buoni, in rete se ne sta parlando moltissimo, e nel cast figura pure Jennifer Lawrence. Aspettare per vedere.

Si era tanto vociferato anche di un seguito per Mrs Doubtfire, ma dopo la morte di Robin Williams, è chiaro che non se ne farà più nulla. Sembra che ci fosse anche uno script mezzo pronto. Ma forse è meglio così. Altro sequel che non ci sarà è quello di Ghostbusters, come fortemente voluto da Bill Murray, uno a cui è rimasto un pò di sale in zucca e ha capito che a volte è meglio mettersi da parte piuttosto che rovinarsi quel poco di carriera che resta. Per dirla tutta, un’altro Ghostbusters si farà, ma sarà una roba tutta nuova, con delle donne nelle vesti di acchiappafantasmi. Alla regia Paul Feig, già regista di Le amiche della sposa. Del cast non si sa ancora nulla, ma lo stesso Murray, che a quanto pare si riserverà giusto un cameo, ha detto che ci vedrebbe bene Melissa McCarthy, Kristen Wiig, Emma Stone e Linda Cardellini. Ottime scelte, Bill.

Proseguiamo con Beetlejuice 2, praticamente in fase di produzione anche questo. Tim Burton ha detto sì, Michael Keaton lo seguirà quasi certamente, e Winona Ryder non dovrebbe farsi pregare. Probabile che si aggreghino anche Geena Davis, Alec Baldwin, Jeffrey Jones e Catherine O’Hara. Del resto, visto come se la sono passata negli ultimi tempi, non avrebbero nulla da perdere, e il lavoro è lavoro.

Ultima note dolente, I Goonies, altra pellicola in procinto di avvicinarsi alle trenta candeline. In passato Richard Donner ha smentito ogni voce riguardante la possibile realizzazione di un sequel, e altrettanto hanno fatto anche gli attori. Adesso invece proprio Donner è pronto a tornare all’opera dietro la macchina da presa, e ha già rimesso mano alla rubrica per contattare tutti quanti. Come sarà possibile replicare il successo di un film con personaggi, atmosfere e trama fatti a misura dei giovanissimi (sia il pubblico che il cast) quando gli interpreti hanno tutti superato la soglia dei quaranta, sarà un mistero. Ho capito: Mikey Walsh rientra a casa dopo una giornata di lavoro, saluta la famiglia e quando la moglie gli chiede di sistemare il rubinetto che scorre, lui risponde che deve prima studiare la mappa del tesoro. Poi esce in giardino a giocare col suo amico Mouth, mentre Chuck esegue la sua classica danza del ventre, ma in giacca e cravatta, ché ormai è avvocato stimato da tutti.

Speriamo in bene, veramente. Ho il timore che non poche di queste produzioni non saranno all’altezza dei precedenti. D’altronde, la storia è maestra di vita. Avete mai sentito parlare dei sequel di Chinatown, Carrie e The Blues Brothers? No? Chissà come mai. Eppure esistono. Attendiamo con ansia il continuo di Titanic con la pronipote di Rose che parte alla ricerca del Cuore dell’Oceano e Via col Vento 2 – Domani è un altro giorno con Rossella O’Hara che si pente del suo passato e si fa suora.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...