Pitch (Im)Perfect al quadrato

Stavolta, il sequel di Voices (che i distributori italiani hanno deciso di lasciare col suo nome originale, e così ci troviamo di fronte a Pitch Perfect 2) sembrava più promettente del capitolo precedente. L’inizio è buono, e allora mi son detto: «Vuoi vedere che hanno sciorinato tutti i luoghi comuni e le balordaggini col primo, e adesso hanno potuto fare un film normale?». La risposta è NO. Perché quelle cose lì, quelle che ho gentilmente definito balordaggini e che nel gergo comune si chiamano cagate, ne avevano in abbondanza. Anzi, nel tentativo di inventarsi qualcosa di nuovo hanno talmente impiastricciato trama e personaggi che alla fine non è ha neanche veramente una storia.

Il pretesto è sempre quello, prevedibilissimo: un gruppo a cappella di sole ragazze iscritte all’università che vogliono sfondare ai campionati mondiali. Difficoltà, figure di niente, crisi di fine anno, e poi il riscatto. Amen. Due ore di film in due righe. Solo che hanno messo talmente tanta carne a cuocere che non sono riusciti a sviluppare bene niente. Tra le gare e le esibizioni, la protagonista che si cerca un part-time in una casa discografica, e i nuovi personaggi, quello che dovevano mettere in luce resta nell’ombra. Tipo, che fine ha fatto il ragazzo di Beca, la protagonista? Si saranno visti due volte in tutto l’anno scolastico. E la povera Brittany Snow, che ha visto ridursi considerevolmente il suo ruolo? Perché, certo, dovevano dare più spazio a Rebel Wilson, altrimenti come si faceva a rendere il film insopportabilmente ridicolo?!?. Nemmeno la new entry Hailee Steinfeld riesce a salvare la baracca, o la comparsata di Snoop Dogg. I restanti personaggi sono assurdi, i cliché te li buttano in faccia, e spiegatemi poi perché Anna Kendrick sembra ancora fuori luogo in una band vocale.

Migliora Elizabeth Banks, stavolta anche alla regia, ma comunque non particolarmente degna di nota. Migliorano anche i numeri musicali, questo va detto, ma ci vuole pur sempre una buona storia in cui inserirli, altrimenti tanto vale guardarsi un bel video su YouTube, e facciamo prima. Ma Obama e moglie lo sanno che hanno messo la faccia per un cameo in questa porcheria o no?

Spero soltanto non ci sia un Pitch Perfect 3, ve ne prego. Già mi vedo la storia: a un anno dal college, le ragazze si prendono una pausa dal lavoro e tornano alla ribalta, con altre meravigliose performance che nessuno gli ha chiesto. Se così fosse, Anna Kendrick, ti prego, salvati almeno tu.

VOTO: 3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...