Mamma Roma

Ci sono persone per le quali provi una tale ammirazione, che pensi di potergli concedere tutto. Di seguirle qualunque cosa facciano. Anna Magnani, per esempio, io la conosco poco, ma quel poco non mi impedisce di nutrire già una stima immensa, così grande che sento non potrebbe deludermi mai. Per questo ero curioso di vedere Mamma Roma, nonostante la regia di Pier Paolo Pasolini, che invece non ho ancora capito come inquadrare.

Sarà che ero ben predisposto, ma a me questo film è piaciuto. Pasolini ha avuto senza dubbio delle intuizioni degne di nota a livello visivo, scegliendo delle immagini che arrivano dritte all’occhio e al cervello non meno della storia stessa. Mamma Roma è Anna Magnani, una ex prostituta che cerca di svincolarsi da una vecchia vita che non vuole lasciarla andare, nella speranza di dare un avvenire migliore a suo figlio che, invece, di speranze non ne ha. Non ha sogni, non ha ambizioni, forse perché deve ancora conoscere lo schifo di questo mondo, o perché ha dalla sua quell’illusione di gioventù che tanto i mali non sono fatti per capitare a noi.

La Magnani che passeggia di notte lungo le strade buie, accompagnandosi a interlocutori via via diversi, accompagnata solo da qualche luce di lampioni e dalle sue chiacchiere, è una di quelle intuizioni visive (e narrative anche) che solo un’artista (che ci piaccia o meno) può avere, unitamente agli scorci della capitale spoglia e fatiscente. È una Roma che si fonde con qualche accenno di brulla campagna tappezzata da rovine in decadenza, e che racconta tanto quanto riescono a fare i sapientissimi dialoghi, così veri, così duri. Lo confermerà il finale, stretto tra i primi piani della tragica protagonista e una panoramica della città, come a dire che non sempre possiamo sottrarci al luogo in cui nasciamo. È proprio il finale che toglie purtroppo forza all’insieme, laddove sarebbe servito un po’ di simbolismo in meno e un po’ di concretezza in più. Il che vuol dire, in sostanza, che il dramma finale andava consumato meglio.

VOTO: 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...