Comic Movie. Oppure no?

Non ho capito. Devo fare mea culpa, ed ammettere che ci sono alcune cose che non ho proprio capito. Prima di tutto, perché chiamare Comic Movie un film che non fa ridere. Ci sono diversi dubbi che vorrei che qualcuno della produzione sciogliesse, per favore.

Già avevo alcune perplessità riguardo al fatto che fosse un film a episodi, vale a dire un tipo di film che ha già insito nella sua stessa struttura il rischio di risultare noioso. Il caso ha voluto, invece, che gli episodi fossero inseriti all’interno di una cornice che, manco a farlo apposta, è la parte più ragionata di tutto l’insieme: uno sceneggiatore (o presunto tale) sta cercando di vendere a una casa cinematografica il suo copione, che ci viene raccontato pezzo per pezzo.

Quel che non si spiega è perché la storia narrata debba essere una storia a episodi. Che, dicevamo, non fanno ridere. Questo è un dubbio che, invece, spetta agli sceneggiatori risolvere. Da uno spezzone all’altro, tutto quel che ho visto è comicità grossolana, becera, che poggia sempre sugli stessi schemi di un certo umorismo americano: quello che crede che basti parlare di tette, merda e ciclo mestruale per far sganasciare il pubblico dalle risate. In questo senso, Comic Movie è un capolavoro bell’e buono.

Ci si potrebbe pure sbilanciare fino ad affermare che, degli oltre dieci episodi, almeno un paio rivelano che all’origine dev’esserci stata una certa intuizione, un pretesto che avrebbe potuto forse funzionare, che so, per un episodio di una sit-com, o uno sketch al Saturday Night Live, ma non in un film, e assolutamente non in questo modo, sviluppando le premesse a forza di assurdità e volgarità, come se noi spettatori non avessimo un briciolo di buon senso. Voglio dire di più. Userò una parola che adopero di rado: Comic Movie è davvero brutto.

Ma il dubbio più grande, che è destinato ad accompagnarmi per il resto dei miei giorni, è perché attori all’apice del successo come Emma Stone, Hugh Jackman, Terrence Howard, Chris Pratt, o gente di classe come Richard Gere, Naomi Watts e Kate Winslet, insomma attori che non avevano affatto bisogno di questo film, abbiano accettato di sporcarsi la carriera con una porcata del genere.

VOTO: 1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...