Non è un paese per vecchi

Guardate bene quest’uomo. Vi fa paura, almeno un po’? Probabilmente no, a vederlo così. Vien più da sorridere per un buffo taglio di capelli; tolto quello, potrebbe essere uno come tanti altri. E invece no, dovrebbe far paura, terrorizzare addirittura. Dovremmo tutti correr via in preda al panico soltanto a sentire il rumore dei suoi passi. È l’effetto di una grande interpretazione, avere un volto di un certo tipo piuttosto che di un altro aiuta, ma il talento fa il resto. È esattamente così che si diventa uno dei cattivi più letali nella storia del cinema.

Non è un paese per vecchi è appena iniziato, che già dal monologo d’apertura, la lite tra il poliziotto e il criminale, l’espressione dell’assassino, si sente odore di capolavoro. I fratelli Coen non hanno inventato niente, la storia era già tutta nel romanzo di Cormac McCarthy: il loro merito è stato quello di avere delle intuizioni geniali. Per esempio, la totale assenza di musica, per cui ogni colpo, ogni urto, ogni calpestio sembra quasi più vero e diretto. Oppure, riuscire a creare ad ogni inquadratura una tensione che si ficca tra le pareti della gola come un nodo e non si scioglie più. Tutti i movimenti della macchina da presa, da qualunque angolazione o punto di vista, non sono affatto casuali: Non è un paese per vecchi rivela una cura nei dettagli che non può che essere ricercata.

Completa l’opera un poker d’assi composto da Josh Brolin, Woody Harrelson, Tommy Lee Jones e, naturalmente, Javier Bardem, tutti così bravi che quasi non sai per chi tifare. Per il resto, dovessi convincere qualcuno a vedere il film, potrei raccontargli la trama, di come Llewelyn Moss abbia trovato per caso una valigetta di denaro tra i resti di una sparatoria, e di come un killer spietato e la polizia si mettano sulle sue tracce, ma non basterebbe. Mi piacerebbe parlagli invece del sangue che scorre, dei dialoghi perfetti e delle scelte di stile.

VOTO: 10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...