The (Paranormal) Gift

Alla mia età, alcune cose le ho imparate. Molte anche, se posso permettermi un pizzico di presunzione. Pure guardando film americani si imparano tante cose: per esempio, che i loro cuscini all’interno hanno le piume, che i vetri delle macchine vanno in frantumi con du’ schiaffetti, e che hanno tremendamente paura della provincia. Esatto, avete letto bene.

A noi italiani, se dicono “provincia“, vengono in mente paesini con rustiche villette, borghi abbandonati da decenni, o tutt’al più scene di degrado sociale e di arretratezza economica. Gli americani, se gli dici “provincia“, cominciano ad immaginare efferati assassinii e rituali perversi. Noi in quei posti lì ci giriamo commedie o film di denuncia, e loro gli horror e i thriller.

The Gift non fa eccezione. Siamo in un città (di provincia), dove guarda caso scompare misteriosamente una delle giovani donne più in vista della comunità, e questo è da thriller. La particolarità, però, è che a sbrogliare il nodo dell’enigma sarà una sensitiva che legge il futuro nelle carte e, di tanto in tanto, ha pure qualche visione. Il che invece fa tanto horror.

A quasi vent’anni da La casa, Sam Raimi gira un thriller sovrannaturale che non ha l’obiettivo di terrorizzare, ma di lanciare gli spettatori in una piacevole avventura all’insegna del paranormale, il cui principale motivo d’interesse non è tanto lo scioglimento della trama (a quello ci potreste arrivare da soli già a metà strada), quanto piuttosto il modo in cui ci si arriva. È proprio il paranormale a fare la differenza. La sensitiva che gira le carte e ha delle visioni a occhi aperti, e nel frattempo i personaggi che ruotano intorno a lei vanno a conficcarsi ciascuno nel proprio tassello, assumendo un preciso significato nella vicenda.

Che poi, questi personaggi, sarebbero una Katie Holmes all’apice della popolarità televisiva, Hilary Swank fresca fresca di Oscar, J. K. Simmons che non poteva neanche prevedere che avrebbe vinto un Oscar, e Keanu Reeves, Greg Kinnear, Giovanni Ribisi. Ah, la protagonista è una tale Cate Blanchett, che non sta tranquilla nemmeno quando sogna. Succedono cose strane, in provincia.

VOTO: 8

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...