Vatti a fidare dei nonni

Il film horror girato nello stile del falso documentario vent’anni fa rappresentava un’ottima svolta per il genere del mockumentary, soprattutto perché, com’è ovvio, accresceva le potenzialità dell’horror. Rendeva tutto più reale. Ce l’ha spiegato bene The Blair Witch Project, dopodiché sono venuti Rec, Cloverfield, Esp – Fenomeni paranormali e via dicendo. L’invasione dei vari Paranormal Activity ha un po’ ammazzato l’effetto, nel senso che è diventato evidente che una tecnica funziona quando c’è un’idea buona a supportarla. Cosa che manca decisamente a The Visit.

8l60_itp_00063rv2-2040-0Nonostante il pretesto suggerito dalla trama, l’intenzione di due ragazzini di riprendere la loro settimana in vacanza dai nonni, sembra che il film si potesse girare anche senza questa finzione. Come un normalissimo film, in pratica. Si sarebbero così evitate certe incongruenze in cui incappa in alcuni momenti: per esempio, a proposito della protagonista di quindici che continua a riprendere con lucidità il suo aggressore anziché scappare via. Ma chi è che non getterebbe in aria la telecamera pur di provare a difendersi?

M. Night Shyamalan ha tentato di rinnovarsi ancora una volta, compiendo una vera e propria incursione nel’horror e lasciando da parte il sovrannaturale (benché all’inizio possa sembrare che il paranormale c’entri qualcosa). Per compiere questo passo, si è servito di un progetto in sé non deprecabile, dal momento che per una volta, in un film horror, non sono i bambini a fare paura, mentre affibbiare ai nonnetti la responsabilità di terrorizzare è un’evenienza che non viene sfruttata come dovrebbe. Diciamoci la verità, perché un bambino dovrebbe incutere più timore di un vecchio con la pelle rugosa e la voce bassa?

the-visit1Si è perso un po’ lungo la strada, purtroppo. Andava modificato qualcosa nella costruzione della storia, magari provando ad accelerare il racconto per giungere più in fretta al momento clou, e di conseguenze dilatando la fase finale. Che, tra l’altro, è quella in cui avviene la rivelazione che dà senso a tutta la storia.

Speravo in qualcosa di più. Poteva essere uno dei migliori horror degli ultimi anni.

VOTO: 5

the-visit-high-res-still

Annunci

2 pensieri su “Vatti a fidare dei nonni

  1. forse inventarsi qualcosa in più per spaventare il pubblico invece di una nonna che fa buuu in cinepresa. concordo, ma il mio voto è stato più basso

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...