After Oscar, i migliori del 2015

Sono passate quasi 24 ore dalla notte degli Oscar, e la febbre non mi è ancora scesa. La febbre da Oscar, intendo. Sto pensando e ripensando ai migliori film di questo 2015 che ancora non ci lascia andare, e anche ai peggiori, a tutti insomma. E visto che appena ieri abbiamo visto le scelte dell’Academy, direi che sono di poco fuori tempo massimo per pubblicare le mie. Andiamo.

MIGLIOR COLONNA SONORA:

Michael Brook – Brooklyn
Carter Burwell – Carol
Alexandre Desplat – Il racconto dei racconti
Ryuichi Sakamoto e Alva Noto – Revenant – Redivivo
Johann Johannsson – Sicario
Alexandre Desplat – The Danish Girl

Non ho niente contro Morricone, anzi. Quella che ha firmato per Tarantino è una delle più belle colonne sonore dell’anno, ma non l’avrei scelta tra le migliori in assoluto. Contento comunque che porti alto il nome dell’Italia nel mondo.

MIGLIOR CANZONE:

Crazy In Love 2014 Remix (Beyoncé) – Cinquanta sfumature di grigio
Love Me Like You Do (Ellie Goulding) – Cinquanta sfumature di grigio
See You Again (Wiz Khalifa feat. Charlie Puth) – Fast & Furious 7
Simple Song nº3 (Sumi Jo) – Youth – La giovinezza
Til It Happens to You (Lady Gaga) – The Hunting Ground

Che Cinquanta sfumature di grigio avesse un’ottima colonna sonora è innegabile. Peccato però che le canzoni devano anche adattarsi al film, e purtroppo spesso e volentieri suonavano del tutto fuori luogo. Però Love Me Like You Do ha colpito tutti, e anch’io son finito sotto l’incantesimo.

MIGLIOR FILM DRAMMATICO:

Brooklyn
Il caso Spotlight
Room
Steve Jobs
The Hateful Eight

Quando Il caso Spotlight ha trionfato agli Oscar sono stato felice anch’io. Però, intimamente, tifavo per Room, pur nella consapevolezza che non avrebbe mai vinto.

room

MIGLIOR FILM COMMEDIA:

È arrivata mia figlia
Inside Out
Joy
La grande scommessa
Latin Lover

Lo so, vi aspettavate dicessi La grande scommessa. E invece no, beccatevi il cartone animato.

MIGLIOR FILM DI FANTASCIENZA O AZIONE:

Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte II
Il racconto dei racconti
Mad Max: Fury Road
Sopravvissuto – The Martian
The Lobster

Onore e gloria a George Miller e Ridley Scott, grandi visionari del nostro tempo, geni indiscussi della distopia il primo e dei viaggi spaziali il secondo. Ma io sto con Katniss.

1433866404_jennifer-lawrence-mockingjay-part-2-zoom

MIGLIOR ATTORE:

Mark Ruffalo (Il caso Spotlight)
Bryan Cranston (L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo)
Leonardo DiCaprio (Revenant – Redivivo)
Michael Fassbender (Steve Jobs)
Eddie Redmayne (The Danish Girl)

Se vi chiedete come mai abbia messo Mark Ruffalo tra gli attori protagonisti, ebbene, sappiate che io mi sono fatto la stessa domanda quando l’ho visto candidato agli Oscar tra i non protagonisti. E comunque se DiCaprio ha vinto ci sarà un perché.

MIGLIOR ATTRICE:

Saoirse Ronan (Brooklyn)
Cate Blanchett (Carol)
Brie Larson (Room)
Alicia Vikander (The Danish Girl)
Jennifer Jason Leigh (The Hateful Eight)

Stesso discorso di prima per Jennifer Jason Leigh e Alicia Vikander. Perdonatemi, ma io la vedo così, e dunque largo Alicia, passa Brie Larson.

tom_hardy_91447

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA:

Oscar Isaac (Ex Machina)
Mark Rylance (Il ponte delle spie)
Harvey Keitel (Youth – La giovinezza)
Tom Hardy (Revenant – Redivivo)
Jacob Tremblay (Room)
Walton Goggins (The Hateful Eight)

Proprio non ce l’ho fatta a sceglierne cinque. Troppo difficile quest’anno. Così come è stata dura la scelta tra Tom Hardy e Jacob Tremblay, soprattutto considerato che l’ultimo ha appena 9 anni.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA:

Rooney Mara (Carol)
Alicia Vikander (Ex Machina)
Helen Mirren (L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo)
Kate Winslet (Steve Jobs)
Léa Seydoux (The Lobster)

Rooney Mara è una di quelle attrici che prima o poi vinceranno l’Oscar, ci scommetto. Intanto, per me avrebbe potuto vincerlo già quest’anno.

mara_blanchett_carol

MIGLIOR SCENA: (Attenzione Spoiler)

  1. L’ultimo, strepitoso inseguimento/combattimento tra Immortan Joe, i suoi Figli, Max, Furiosa e le Madri. È uno di quei momenti epici che contribuiscono, insieme al resto del film, a gettare le basi per la creazione di un nuovo immaginario cinematografico, e riscatta alla grande i protagonisti.
  2. Sarebbero due, in verità, i momenti degni di nota di Revenant, e sono i due combattimenti di Leo contro l’orso prima, e il suo avversario Tom Hardy poi. Quanto realismo, quanta crudeltà, quanto sangue. Da pelle d’oca.
  3. La scena in cui Jack tenta di scappare dal rapitore della madre, in Room, è tanto toccante quanto ansiogena.
  4. La sequenza iniziale di Sicario, con la squadra di agenti che individuano una miriade di cadaveri sepolti dentro le mura di un’abitazione prima che questa salti in aria, è tanto ben riuscita che prometteva di assistere al miglior thriller di sempre.
  5. Il recupero dell’astronauta Matt Damon in Sopravvissuto, e l’istante in cui, fluttuando nello spazio, riesce finalmente ad afferrare la mano di Jessica Chastain e tornare a casa. Incredibilmente commovente per quanto scontata.

E una menzione speciale al cameo di Margot Robbie in La grande scommessa. Che colpo di genio.

ux59kb4kb8ebvb9kinir

MIGLIOR CATTIVO:

Cate Blanchett (Cenerentola)
Donald Sutherland (Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte II)
Helen Mirren (L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo)
Tom Hardy (Revenant – Redivivo)
Léa Seydoux (The Lobster)

Adoro i cattivi. Spesso e volentieri, sono i personaggi più interessanti. Come la Cate Blanchett di Cenerentola, l’unica cosa positiva del film.

MIGLIOR FILM:

01. Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte II
02. Room
03. Il caso Spotlight
04. Brooklyn
05. Il racconto dei racconti
06. Steve Jobs
07. Sopravvissuto – The Martian
08. Mad Max: Fury Road
09. The Lobster
10. The Hateful Eight

Hunger Games è stata l’unica saga fantasy a cui mi sia appassionato così tanto, e dubito che accadrà di nuovo, almeno non nei prossimi 10 anni. Mi stupisco nel ritrovare tra questa decina, rigorosamente in ordine di preferenza, molti titoli poco o per nulla “realistici”. Non è da me. Ma quest’anno ho commesso parecchi errori di valutazione. Per esempio, ero convinto che Sopravvissuto – The Martian non mi sarebbe piaciuto, e viceversa speravo tanto nel Nanni Moretti di Mia madre, o in Macbeth, ma pure da pregevoli pellicole come Joy e Sicario mi aspettavo tanto di più.

Delusissimo da tanto cinema italiano.

Deluso da Johnny Depp, che non ne vuole sapere di riprendersi.

Sorpreso da Room e Brooklyn, due pellicole che ho amato con tutto il cuore.

Sorpreso da Tom Hardy che diventa sempre più bravo, e dalla rivelazione Alicia Vikander, ma pure da Matt Damon non mi aspettavo l’ottima performance di Sopravvissuto. Tanti gli attori che varrebbe la pena citare, come Steve Carrell, o Rachel McAdams, o Emily Blunt, o Bradley Cooper. Ma non ci stanno tutti. Però credo fermamente che questo passerà alla storia come l’anno di Mad Max e di Leonardo DiCaprio.

brooklyn-rdp

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...