Carol

È un film noiosissimo, mi avevano detto. Ti annoierai di sicuro, mi avevano detto. Da bravo cinefilo, io Carol l’ho visto lo stesso, sapendo che brutto non sarebbe stato, però a questo punto ho cominciato a sospettare che non si trattasse di un capolavoro.

CAROLE infatti non lo è, ma avrebbe potuto esserlo. Todd Haynes ha scelto una storia di omosessualità femminile negli anni Cinquanta raccontata con la delicatezza e la malinconia di un regista di gran classe. Non mi stupisce di ritrovarmi ad ascoltare le note di una delle più belle colonne sonore del 2015, di quelle che se chiudi gli occhi e resti solo ad ascoltare mantengono intatta la loro forza, e se li riapri hai quasi l’impressione che le note siano scaturite dai movimenti degli attori man mano che si muovevano sul set.

Non c’è nemmeno da stupirsi che Cate Blanchett incarni l’eleganza fatta donna, il fascino e la seduzione che fa breccia tanto sugli uomini quanto su altre donne, e per chi già conoscesse Rooney Mara, neanche il fatto che le tenga mirabilmente testa, e forse sia persino più adorabile, dev’essere poi una sorpresa.

Rimane però la sensazione che poco sia accaduto. Carol è un film che poteva raccontare di tumblr_o30q58s1pr1v9pkvwo1_500più, e che soprattutto poteva osare di più. La storia d’amore tra le due protagoniste raggiunge picchi di passione fisica e sentimentale che potevano essere più intensi di così.

Restano l’eccellenza di due attrici al massimo delle loro capacità, la bellezza degli sguardi e dei sorrisi di Cate Blanchett, la delicatezza delle sue mani che si poggiano sulla spalla dell’amante, il gioco perfetto con cui inizio e fine s’incontrano, la presenza preziosa di un’attrice poco sfruttata dal cinema come Sarah Paulson, i costumi luminosi e le melodie più emozionanti di un’intera stagione cinematografica. Purtroppo, anche silenzi e vuoti che si sarebbero potuti riempire.

VOTO: 7

carol11

Annunci

14 commenti

  1. Io avevo iniziato a vederlo, ma quella sera ci fu un problema alla linea adsl e saltò tutto… non mi entusiasmarono i primi minuti e forse per quello non lo ripresi il giorno dopo… ma… mi riprometto sempre di ricominciarlo e concluderlo… mi serve solo una dose di “coraggio”.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...