Chi sa cosa faceva Holly Golightly per guadagnarsi da vivere?

Grado Zero

Quando vidi per la prima volta Colazione da Tiffany – avrò avuto quindici o sedici anni al massimo – non mi fu molto chiaro che cosa facesse Holly Golightly per guadagnarsi da vivere. Pare che Audrey Hepburn avesse chiesto di smorzare i toni del suo personaggio e renderlo meno sfacciato; che poi gli sceneggiatori abbiano deciso di lavorare sulla sua impudenza per accontentarla o per andare incontro ai dettami di Hollywood, il risultato procede comunque in quella direzione. Bisogna ammetterlo, la faccenda dei cinquanta dollari per la toletta non è sembrata chiara a nessuno di noi.

03-danish-breakfast-at-tiffanysTruman Capote non digerì affatto che il suo romanzo fosse stato ampiamente rielaborato per diventare un film che si piegasse alle convenzioni dell’industria cinematografica, e men che mai gradì l’opera di edulcorazione esercitata sulla sua Holly. Del resto, stiamo parlando di un personaggio che, nelle sue vesti letterarie, non sopporta di sottomettersi a nessuna…

View original post 1.032 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...