Il dittatore

Dallo stato immaginario di Wadiya agli Stati Uniti, dal nord Africa instabile e dispotico al miscuglio etnico non del tutto amalgamato dell’America: il viaggio di Aladeen è il viaggio di un dittatore per gridare chiaro al mondo (e alle Nazioni Unite) che il suo paese gli sta bene com’è e che la democrazia possono anche tenersela per loro.

Sacha Baron Cohen s’inventa un altro personaggio che gli permetta di dire peste e corna su una cultura e un popolo straniero, prendendo a prestito la tirannia e la barba da Bin Il dittatoreLaden e Saddam Hussein, e portandone all’estremo le manie di grandezza. Dalle olimpiadi di cui è l’unico vincitore alle celebrità che paga per infilarsi sotto le sue lenzuola, ogni istante della vita di Wadiya e del suo leader è scandito dalla compiacenza per l’autocelebrazione.

In realtà il punto di vista è solo in parte spostato sulla frangia assolutistica ed estremista del mondo. Vestendo gli abiti di Aladeen, infatti, Cohen riesce a sminuire e ridicolizzare alcuni degli uomini più temuti dall’Occidente, e al tempo stesso si prende gioco anche delle debolezze dell’America. Le sue fobie e discriminazioni finiscono nel mirino della satira tanto quanto la corsa alle armi nucleari e il culto per l’immagine del sovrano, fino all’arringa finale in cui risulta più che mai che anche la migliore delle democrazie ha le sue belle crepe.

È un peccato che non tutte le idee centrino il bersaglio: alcuni personaggi troppo stereotipati e certe gag da quinta elementare sviliscono un materiale innovativo e interessante che avrebbe potuto essere ancora più caustico di così. Non del tutto riuscito è l’incontro con Anna Faris, altra stella della comicità dei nostri tempi. Due modi diversi di far ridere che si tendono la mano, la satira e il demenziale, col creatore di Borat che trova sulla sua strada la protagonista di Scary Movie. Sono due generi che si aiutano indubbiamente a vicenda, ma non tengono conto degli scivoloni in una assurdità talvolta fuori contesto, e non necessaria considerando quanto Aladeen riesca ad essere grottesco già da solo.

VOTO: 7

Il dittatore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...